tuttocina
Google Web www.tuttocina.it

 

INDICE>EDITORIA>SVILUPPO ECONOMICO E STRATEGICO DELLA CINA

SVILUPPO ECONOMICO E STRATEGICO DELLA CINA
Compatibilità fra geopolitica, economia e bilancio militare

Sviluppo economico e strategico della Cina

Autore

Carlo Jean

Editore

Franco Angeli, Milano

Prima edizione

2008

Pagine

256

Note Prefazione di Giuseppe Valotto e postfazione di Paolo Savona
Ricerca effettuata dal CSGE (Centro Studi di Geopolitica Economica) per conto del CeMiSS (Centro Militare di Studi Strategici(

N. ISBN

978-88-464-9666-9

La ricerca si propone di prevedere il futuro del bilancio militare cinese e la sua sostenibilità economica. II bilancio della difesa della Cina in termini monetari è pari a 45 miliardi di dollari, ma viene valutato in termini di potere d'acquisto tra gli 85 e i 125 miliardi, pari all'1,7-2,3% del PIL. La crescita cinese continuerà, sebbene a tassi più contenuti. L'economia sarebbe in condizioni di sostenere un aumento progressivo della spesa militare fino al 5-6% del PIL. Essa così potrebbe raggiungere, nel 2020, i 300 miliardi di dollari. Però, non esiste una correlazione deterministica fra sostenibilità economica e andamento della spesa militare. Quest'ultima dipende da scelte politico-strategiche. Le previsioni devono tener conto del contesto geopolitico, che induce a ritenere che Pechino continuerà la politica del peaceful development, adottata nel 1995, e la cooperazione con gli USA. Quindi l'aumento del bilancio militare del paese sarà inferiore, a meno di un conflitto per Taiwan. Tale conclusione sembra confermata dalla dipendenza dell'economia cinese da vie di comunicazione marittime dominate dalle Marine degli USA e dei loro alleati. Paradossalmente, il bilancio militare potrà crescere ai valori massimi in caso di crisi economica. Essa obbligherebbe infatti il Partito Comunista Cinese a fondare la propria legittimità non sulla crescita del benessere, ma sul nazionalismo della popolazione e sulla proiezione esterna anche dell'hard power.

Carlo Jean è Presidente del CSGE (Centro Studi di Geopolitica Economica) e docente di Studi Strategici presso la LUISS-Guido Carli.
CeMiSS (Centro Militare di Studi Strategici) è l'organismo dei Ministero della Difesa che dirige la ricerca strategica. Fondato nel 1987 con decreto del Ministro di Difesa, il CeMiSS si avvale di esperti civili e militari italiani ed esteri. Gli studi pubblicati riflettono esclusivamente l'opinione del gruppo di ricerca.
CSGE (Centro Studi di Geopolitica Economica) effettua studi di geoeconomia e di geopolitica economica. Svolge poi attività di formazione e di ricerca.

 

CENTRORIENTE - P. IVA 07908170017 - CF PSCMRA56R30H856T

Copyright Centroriente 1999-2014