tuttocina
Google Web www.tuttocina.it

 

INDICE>EDITORIA>SPOSA PER AMORE

SPOSA PER AMORE

Sposa per amore

Autore Gish Jen
Editore Neri Pozza Editore, Vicenza
Prima edizione 2005
Pagine 478
Traduzione (dall'inglese) di Monica Morzenti 
Titolo originale The Love Wife
© 2004 by Gish Jen

Mamma Wong era scappata dalla Cina che era ancora una bambina. Sapeva a malapena nuotare, ma s'era avventurata in mare fino a Hong Kong, aggrappata a due palloni da basket e scalciando fino a che non era giunta a destinazione. Da Hong Kong era poi arrivata in America, il solo paese al mondo dove una giovane vedova senza il becco di un quattrino poteva entrare in un ufficio della Chinatown di Boston e, nel giro di qualche secondo, trovare qualcuno pronto a darle una mano per accendere un mutuo.

A una sveglia come Mamma Wong, poi, non c'era voluto molto per capire gli straordinari vantaggi che il business offre in America. Aveva cominciato comprando case e, in capo a qualche anno, se n'era andata in giro per Chinatown pavoneggiandosi in pelliccia e scarpe da ginnastica e sfoggiando anelli grossi come lampioni.

Certo, (invidia è una brutta bestia, e le voci e i sospetti sul suo business non erano mai mancati. La gente del quartiere aveva passato al setaccio la sua auto, i suoi vestiti, i suoi capelli, i suoi accompagnatori.

L'invidia altrui, però, era stata poca cosa rispetto alla triste ricompensa che il destino aveva riservato in vecchiaia a Mamma Wong: vedere Carnagie, il suo amato figlio, sposarsi con una bionda mezza matta che tutti chiamano Blondie, adottare due bambine e avere, infine, troppo tardi un figlio naturale che non ha i tratti cinesi ma è «metà e metà». Troppo per Mamma Wong, che si è incattivita talmente per fAlzheimer da chiudersi in una casa di cura, finire i suoi giorni in preda all'astio e lasciare nel testamento una clausola che suona come una perfetta vendetta nei confronti di Blondie: far arrivare dalla Cina una lontana parente di nome Lan.

Da quando, infatti, Lan ha messo piede in casa Wong, sono cominciati i guai per Blondie. Tutti i Wong, innanzi tutto Carnagie e le ragazze, si sono invaghiti di Lan, così gentile e pacata, con la pelle così priva di rughe, con i capelli così neri, e Blondie non è più padrona in casa sua.

Che cosa farà la moglie di Carnagie? Cesserà di essere una sposa per amore e abbandonerà la casa dei Wong? oppure un inaspettato colpo di scena la tratterrà?

Romanzo irresistibile, che presenta una straordinaria galleria di personaggi dai quali è davvero «impossibile separarsi» (Cynthia Ozick), Sposa per amore costituisce una straordinaria conferma del talento di Gish Jen.

Gish Jen ha vissuto la sua infanzia a Scarsdale, New York. Laureata a Harvard, ha scritto per il New Yorker e l'Atlantic Monthly. Autrice di due romanzi, Typical American e Mona in the Promised Land, e della raccolta di racconti Non capisco gli irlandesi (Neri Pozza, 2001) vive nel Massachusetts con il marito e due figli.


 

CENTRORIENTE - P. IVA 07908170017 - CF PSCMRA56R30H856T

Copyright Centroriente 1999-2014