tuttocina
Google Web www.tuttocina.it

 

INDICE>EDITORIA>LA REPUBBLICA POPOLARE CINESE (1949-89)

LA REPUBBLICA POPOLARE CINESE (1949-89)


Autore Marie-Claire Bergère
Editore Il Mulino, Bologna
Prima edizione 1994
Pagg. 456
Traduzione (dal francese) di Giorgia Viano Marogna
Titolo originale La République populaire de la Chine de 1949 à nos jours

Nel 1949, conclusa la fase eroica della Lunga Marcia, la nuova classe dirigente cinese si trovò ad affrontare una molteplicità di problemi ereditati dal passato e distinati a riproporsi nel corso dei decenni successivi: ripristinare l’unità nazionale e cancellare le ultime tracce dell’imperialismo; riaffermare l’indipendenza e la sovranità del paese; sottrarre al retaggio feudale una società dominata da un’élite di proprietari terrieri e permeata dall’ideologia confuciana, dall’autorità patriarcale e dal culto degli antenati; diffondere i valori del progresso e della razionalità; mobilitare le risorse necessarie alla modernizzazione dell’economia. Questo volume ripercorre l’intera vicenda della Repubblica popolare cinese dalla nascita alla crisi di Tian’anmen e al suo tragico epilogo nel 1989. Il filo della narrazione è dato dalle vicende politiche, sullo sfondo della collocazione internazionale della Cina negli equilibri mondiali del dopoguerra, ma ampio spazio è riservato anche agli aspetti dello sviluppo economico, della dinamica sociale, del dibattito culturale. Ne emerge un percorso che - oscillando tra rivoluzione e istituzionalizzazione, utopia e pragmatismo. radicalismo e riforma, chiusura e apertura all’Occidente - riassume una delle esperienze storiche più originali e contradditorie del nostro secolo.

Indice del volume: Premessa. - Introduzione. - Parte prima: L’istituzionalizzazione della rivoluzione (1949-1966). - I. Il ripiegamento sulle basi continentali e l’organizzazione degli apparati (1949.1954). - II. Mobilitazione delle masse e trasformazione della società. III. La costruzione economica: il primo piano quinquennale. - IV. Primi dubbi. V. La via cinese: il Grande Balzo in avanti e la rottura cino-sovietica. - VI. Il Partito contro Mao (1960-1965). - Parte seconda: La fuga nell’utopia (1966-1976). - VII. La Rivoluzione culturale (1965-1969). - VIII. La fine dell’era maoista (1969-1976). - Parte terza: Vittoria e crisi del pragmatismo (1976-1989). - IX. L’era di Deng Xiaoping: demaoizzazione e modernizzazione. - X. Le Quattro Modernizzazioni e il socialismo alla cinese. - XI. Fine di regno o fine di regime? L’evoluzione politica interna dal 1986 al 1989. - Parte quarta: Dall’isolamento all’apertura (1960-1989). - XII. La politica estera della Cina a partire dal 1960. - Vonclusione. - Appendici. - Bibliografia.

Marie-Claire Bergère insegna nell’Institut national des langues et civilisations orientales, è Directeur d’études nell’EHESS e dal 1981 al 1985 ha diretto il Centre de recherches ed de documentation sul la Chine contemporaine. Tra le sue pubblicazioni: "L’âge d’or de la Bourgeoise chinoise (1986) e, tradotto in italiano, La Cina La Cina (Einaudi, 1973-74).

 

CENTRORIENTE - P. IVA 07908170017

Copyright Centroriente 1999-2016