tuttocina
Google Web www.tuttocina.it

 

INDICE>EDITORIA>IL MAESTRO DELLA NOTTE

IL MAESTRO DELLA NOTTE


Autore Bai Xianyong (白先勇)
Editore Einaudi, Torino
Prima edizione 2005
Pagine 380
Traduzione (dal cinese) di Maria Rita Masci
Titolo originale Niezi  (孽子)  © 1983 Bai Xianyong                     

Taibei (Taiwan), inizio anni Settanta. Un gruppo di ragazzi omosessuali si riunisce nel Parco Nuovo. Aqing, il narratore, bandito dalla scuola perché sorpreso in atti osceni con un sorvegliante e cacciato di casa dal padre, austero ufficiale del Guomindang, si ricrea una famiglia nella società del parco. In questo regno nascosto che non conosce la luce del giorno, i ragazzi - sotto la guida del loro mentore, il "maestro della notte", Yang - si prostituiscono per sopravvivere. Eppure ciascun ragazzo ha un sogno, un progetto segreto che ha ancora sapore di infanzia, di gioco, e storie da raccontare. Aqing, Wu Min, Xiaoyu, il Sorcio - ladro incorreggibile - e gli altri formano una nazione illegale con regole e gerarchie. E con propri miti, come la tragica storia d'amore fra il Dragone e la Fenice. Storia estrema che diventa, nel romanzo, paradigma della condizione dei giovani omosessuali.
Accanto a loro prende forma il mondo degli adulti, con figure come quelle di nonno Guo e del vecchio signor Fu. E prende forma, in una immersione totale nelle strade nei sapori nei cibi e nella cultura cinese, l'intera città, non solo quella dei "reietti". Quando i suoi protetti saranno cacciati dal parco il Maestro della notte li guiderà a costruire una nuova impresa, il mitico bar-ristorante "La Terra di beatitudine", e a traghettare il guado più difficile: quello della consapevolezza.
Il libro fa rivivere l'atmosfera della Taibei anni Settanta, dal Lago dei loti alle stradine dei bordelli, una Taibei piena di bar e cabaret dove circolavano i soldati americani, si ascoltavano Tom Jones e i Beatles, e per gli uomini erano di moda gli stivaletti e le camicie a fiori.
La forza del romanzo non è solo nel tema, ma nella scrittura. L'atmosfera notturna, lunare del mondo rappresentato - rovescio della medaglia della società dominante - è mitigata da una fortissima vena nostalgica e da uno stile che si collega alla tradizione cinese, tanto da trasfigurare la durezza del soggetto, la sua modernità in un'aura mitica.

Bai Xianyong
Bai Xianyong
(Kenneth Pai) è considerato ormai universalmente, soprattutto grazie a Il maestro della notte (nell'originale cinese Niezi), del 1983, uno dei più importanti narratori di lingua cinese, sia a Taiwan che nella Cina popolare. Bai Xianyong nasce in Cina nel 1937 e si trasferisce a Taiwan nel 1952 seguendo il padre, un famoso generale del Guomindang.
Si laurea in letteratura inglese presso l'Università di Taiwan. Nel 1961 fonda insieme ad alcuni compagni di studi la rivista "Letteratura moderna" (Xiandai wenxue) che dà poi il via a un nuovo corso della letteratura taiwanese. Nel 1963 va in America a studiare teoria letteraria e scrittura creativa e diventa professore di lingua cinese presso l'Università di Santa Barbara in California. Si ritira dall'Università nel 1994. 
Il maestro della notte ebbe all'inizio accoglienza molto controversa, sia a Taiwan (dove, in clima ancora di legge marziale, la descrizione del mondo notturno omosessuale risultò poco accetta alle autorità) sia nella Cina popolare, dove il romanzo fu proibito, mentre altre opere di Bai Xianyong erano state accolte con grande favore. A Taiwan l'abrogazione della legge marziale nel 1987, con la rinata libertà di stampa, permise alla società dell'isola di uscire da una lunga fase di oppressione. Oggi il romanzo si trova in libreria sia nella Cina popolare che a Taiwan.

Originale in cinese

 

CENTRORIENTE - P. IVA 07908170017 - CF PSCMRA56R30H856T

Copyright Centroriente 1999-2014