tuttocina
Google Web www.tuttocina.it

 

INDICE>EDITORIA>LA LUNGA MARCIA

LA LUNGA MARCIA


Autore Simone de Beauvoir
Editore Arnoldo Mondadori Editore, Milano
Prima edizione 2006
Pagine 560
Titolo originale La longue marche. Essai sur la Chine
© 1957 Librairie Gallimard

Nel 1955 Simone de Beauvoir viaggiò per due mesi attraverso la Cina insieme a Jean-Paul Sartre. Da quell’esperienza nacque La lunga marcia, pubblicato nel 1957, un ampio resoconto, dai toni prevalentemente ottimistici, del grande paese asiatico e dei mutamenti che il comunismo vi stava portando. Più fosco il giudizio della scrittrice per quanto riguarda la pesante censura e il controllo molto stretto che autorità cinesi esercitarono sull’itinerario dei due intellettuali francesi. Temi ricorrenti nello scritto della Beauvoir sono le condizioni di vita dei lavoratori, la situazione femminile e familiare. I saggio costituisce dunque un’ampia e accurata analisi di una cultura fino ad allora poco conosciuta, che rimane ancora oggi come un documento fondamentale dello scontro tra capitalismo e comunismo,oltre che una profonda riflessione su identità e diversità e sul significato della libertà nei diversi contesti culturali.


SIMONE DE BEAUVOIR (Parigi 1908 –1986), esponente di spicco dell’esistenzialismo francese, nasce da una famiglia della media borghesia cattolica. Nel 1929 si diploma in filosofia all’École Normale Supérieure di Parigi, dove incontra Jean-Paul Sartre al quale si legherà per tutta la vita. Lasciato nel 1943 l’insegnamento, pubblica nello stesso anno il suo primo romanzo, L’invitata. Del 1949 è il lungo saggio Il secondo sesso, dove intenterà una critica mordace al ruolo tradizionalmente assegnato alla donna (sullo stesso tema ricordiamo Una donna spezzata, 1967, o La Terza età, 1970). Il romanzo più noto e che le valse l’importante premio Goncourt è I mandarini (1954).

 

CENTRORIENTE - P. IVA 07908170017 - CF PSCMRA56R30H856T

Copyright Centroriente 1999-2014