tuttocina
Google Web www.tuttocina.it

 

INDICE>EDITORIA>LA RIVOLUZIONE DELLA FAME

LA RIVOLUZIONE DELLA FAME
Cina 1958 – 1962: la carestia segreta  


Autore Jasper Becker
Editore Il Saggiatore, Milano
Prima edizione 1998
Pagg. 288
Traduzione (dall'inglese) di Luca Vitali
Titolo originale Hungry Ghosts
© Jasper Becker, 1996

Nel 1986 alcuni esperti di demografia americani trovarono le prove di una spaventosa ecatombe. Grazie alla pubblicazione di nuove statistiche, calcolarono che in Cina, tra il 1958 e il 1962, erano scomparse almeno trenta milioni di persone. E che una simile tragedia, probabilmente, era dovuta alla fame.
Questo è il primo libro a rivelare i fatti che si nascondono dietro alla cifre. Sulla base di centinaia di interviste e documenti inediti, Jasper Becker dimostra come la politica agraria del tempo sia stata la causa di una terribile carestia, unicamente dovuta alla miopia umana. Il «Grande balzo in avanti» fu un tentativo grandioso ma utopico: Mao Zedong cercò di abolire il denaro e la proprietà privata, e promise che le comuni del popolo avrebbero portato al primo paradiso comunista in terra; invece, anche nelle regioni più fertili, morirono milioni di contadini, mentre i sopravissuti erano ridotti a scheletri, costretti a cibarsi di erba e cortecce. Attraverso il vivido racconto di testimoni oculari, l’autore descrive come schiavitù, terrore, cannibalismo, tortura e prigionia fossero fenomeni di ordinaria amministrazione in tutta la Cina. Paradossalmente, una catastrofe di tali dimensioni venne celata da funzionari di ogni livello per timore di rappresaglie da parte di Mao che, all’oscuro di tutto, si mostrò sempre più convinto della validità del «Grande balzo in avanti», fino a quando la “carestia segreta” non raggiunse il suo apice, innescando una lotta di potere all’interno del Partito comunista.
Le pagine appassionate di Becker, oltre a far luce su un episodio poco noto, non ancora riconosciuto ufficialmente dall’attuale governo cinese, invitano a riflettere sugli assurdi meccanismi del potere, sull’insidia di un inganno che potrebbe ripetersi.

Jasper Becker è stato corrispondente da Beijing per il Guardian dal 1985 al 1990, raccontando le manifestazioni di piazza Tien an’men. È stato poi analista delle questioni asiatiche per il World service della BBC. Ha inoltre scritto sulla Cina per l’Economist e lo Spectator. Ha pubblicato il suo primo libro, The Lost Country – Mongolia Revealed, nel 1992. attualmente è responsabile della redazione di Beijing del South Morning Post.

 

CENTRORIENTE - P. IVA 07908170017 - CF PSCMRA56R30H856T

Copyright Centroriente 1999-2014