tuttocina
Google Web www.tuttocina.it

 

LA MORTE ARRIVA A PICCOLI PASSI

 


Autore George H. Johnston
Editore Polillo editore, Milano.
Prima edizione 2010
Pagine 268
Titolo originale Death Takes Small Bites
©
George H. Johnston 1948
Traduzione (dall'inglese)  di Bruno Amato
N. ISBN 978-88-8154-363-2

Alla ricerca d'ispirazione per un servizio sul suo giornale, il giornalista americano Cavendish decide di percorrere in automobile la Burma Road, in Cina, per catturarne l'atmosfera e descrivere i pericoli che l'hanno resa leggendaria. Il viaggio, però, si rivela assai noioso e poco interessante almeno fino a quando non incontra Charmian Anthony, una giovane e bellissima compatriota il cui mezzo di trasporto, una corriera locale, è rimasto in panne. Lieto di poter fare quattro chiacchiere con qualcuno che parla la sua lingua, Cavendish le dà un passaggio, ma ben presto si accorgerà che la fama della Burma Road è assolutamente giustificata: una valanga rischia di travolgerli, un ponte crolla pochi istanti prima del loro passaggio, qualcuno cerca di ucciderli a colpi di pistola, e quando Cavendish e Charmian trovano finalmente rifugio in un albergo, e sembra che i guai siano alle spalle, s'imbattono in una giovane donna pugnalata a morte che poco dopo... scompare. Ma le disavventure per i due giovani sono destinate a continuare; nel loro viaggio verso l'interno della Cina li attendono una cittadina flagellata da una gravissima epidemia di peste e una pericolosa società segreta nella quale la cupidigia di ricchezza e i misteriosi riti millenari dell'estremo oriente convivono perfettamente. Edito nel 1948, è un romanzo, come scrisse il Sunday Times, "la cui atmosfera di paura e suspense è di gran lunga superiore alla media".

Nato a Caulfield, un sobborgo di Melbourne, il 20 luglio 1912, George Henry Johnston, dopo il diploma presso una scuola media tecnica, fu messo a bottega da un litografo. Assunto dal giornale Argus, nel 1941 divenne inviato di guerra, un incarico che lo portò in Nuova Guinea, Gran Bretagna, Stati Uniti, India, Cina, Birmania, Italia e Giappone. Nel 1946 George si trasferì a Sydney dove iniziò a scrivere romanzi. È di questo periodo la pubblicazione di Death Takes Small Bites (La morte arriva a piccoli passi). Nel 1951 fu nominato capo dell'ufficio di Londra dell'Associated Newspapers Services, carica che mantenne fino al novembre del 1954 quando decise di trasferirsi con la moglie e i tre figli nelle isole greche e dedicarsi a tempo pieno alla narrativa. Il suo capolavoro è My Brother Jack (1964 ), un romanzo autobiografico che incontrò immediatamente il favore del pubblico e della critica ed è tuttora considerato un classico della letteratura australiana. Concepito sin dall'inizio come la prima parte di una trilogia, fu seguito da Clean Straw for Nothing (1969) e da A Cartload of Clay che, non terminato, uscì postumo nel 1971, pochi mesi dopo la morte dell'autore per tubercolosi polmonare.

 

CENTRORIENTE - P. IVA 07908170017 - CF PSCMRA56R30H856T

Copyright Centroriente 1999-2014