tuttocina
Google Web www.tuttocina.it

 

INDICE>EDITORIA>L'ATTESA

L'ATTESA


Autore Ha Jin  
Editore Neri Pozza, Vicenza  
Prima edizione 2000
Pagine 318
Traduzione (dall'inglese) di Monica Morzenti  
Titolo originale Waiting
© 1999 by Ha Jin
Published by Pantheon Books, a division of Random House, New York  

È l'estate del 1967 a Muji, una città del nord della Cina, e nel teatro dell'ospedale militare una compagnia di Changchun è impegnata nella messa in scena di una delle pagine più gloriose della storia cinese: La battaglia navale del 1894 contro i giapponesi. Seduto in quinta fila, tra chi agita il ventaglio e chi mangiucchia semi di girasole, Lin Kong, il medico dell'ospedale, un uomo dal bel volto pallido e liscio, con un paio di occhiali dalla montatura nera posati sul naso diritto, non ascolta certo la voce melodiosa degli attori né degna di uno sguardo i bambini che si rincorrono sotto il palco, armati di fionde, pistole e spade di legno, tutti con il berretto dell'esercito e i distintivi del Presidente Mao sul petto. Lin Kong non ha occhi né orecchie che per la donna che gli siede accanto: Manna Wu, l'infermiera alta e snella e dallo sguardo meravigliosamente brillante e vivace. Con la punta delle dita, Manna Wu gli sta carezzando il palmo della mano, come per disegnarne la linea del cuore e della vita…
Così, nelle pagine di questo libro, ha inizio la storia d'amore che vi è narrata: dal gesto indiscreto di Manna Wu, che non esita a sfidare in pubblico le convenzioni e le leggi della grande terra dell'Impero rosso. Lontano, infatti, dalle sperdute parti di un piccolo villaggio di campagna, vive la donna che fu data in sposa a Lin quando lui era ancora soltanto un ragazzo: Shuyu, umile e fedele oltre misura, la taciturna moglie dai capelli troppo corvini e l'aria smunta, e dalle braccia e dalle gambe troppo sottili per riempirle i vestiti.
Romanzo dalla scrittura impeccabile, che ci restituisce con precisione l'eterno conflitto tra ragione e sentimento, L'attesa ci conduce anche nel cuore dell'irrisolvibile scontro tra tradizione e modernità che ha caratterizzato, e seguita tuttora a farlo, la Cina moderna.
Manna Wu è istruita e sa che, nella nuova Cina, ance una donna può decidere della sua vita. Shuyu attorciglia, invece, ancora i suoi capelli in un'austera crocchia, porta i piedi fasciati, e cammina ancora con la testa china.
Come se l'intero destino della Cina fosse racchiuso allegoricamente nella sua figura, Lin Kong può solo dividersi tra le due donne e sperare, nell'attesa, che il destino decida finalmente il divorzio dall'una o dall'altra.




Ha Jin
ha lasciato la Cina nel 1985 per andare a vivere negli Stati Uniti. Professore di inglese alla Emory University di Atlanta, ha pubblicato due libri di poesie, due raccolte di racconti: Ocean of Words (Premio PEN/Hemingway 1997) e Under the Red Flag (Premio Flannery O'Connor 1996), e un romanzo: In the Pond, tutti scritti in inglese. Con L'attesa, accolto negli Stati Uniti da uno straordinario successo di critica e di pubblico, ha vinto i due premi letterari più prestigiosi in America: il National Book Award 1999 e il PEN/Faulkner Award 2000.

 

© 2003-2006 Guernica Magazine.

 

CENTRORIENTE - P. IVA 07908170017

Copyright Centroriente 1999-2016