tuttocina
Google Web www.tuttocina.it

 

INDICE>EDITORIA>CIELO CINESE

CIELO CINESE

Cielo cinese

Autore Pearl S. Buck
Casa editrice Mondadori
Collana Gli Oscar
Pagg. 272
Prima edizione (Medusa) giugno 1956
(gli Oscar) Maggio 1967
Traduzione (dall’inglese) di Bruno Oddera
Titolo originale China Sky

Due medici americani, Sara Durand e Gray Thomison, impegnati in una dura lotta in un piccolo ospedale nell’interno della Cina; una guerra spaventosa, la pazienza del popolo e il tradimento che serpeggia tra gli stessi cinesi: siamo ai tempi del Kuomintang, quando l’impero nipponico sferra un attacco crudele contro una nazione debole, prima tappa dei suoi progetti di conquista del mondo. Ai bombardamenti quotidiani la gente di Chen-li contrappone la sua millenaria, dolorosa saggezza. Ma quella che sembra solo resistenza passiva, in veritÓ Ŕ una forza smisurata, una costante capacitÓ di guadagnare giorno per giorno dei punti alla morte e predisporre i mutamenti per un futuro di giustizia. Sara e Gray, da generosi filantropi, pur se estranei alla civiltÓ cinese, finiranno assorbiti totalmente da quella miracolosa umanitÓ che sconfigge ogni sofferenza, sempre pi¨ convinta che il diritto alla libertÓ debba essere duramente conquistato.

Pearl S. Buck - nata Pearl Sydenstricker (Buck Ŕ il cognome del primo marito) - nacque a Hillsboro (West Virginia) il 26 giugno 1892 da una coppia di missionari americani che, quand’ella era ancora bambina, si trasferirono in Cina. La piccola Pearl fu nei primi anni affidata a una governante cinese che le insegn˛ la lingua e la storia cinese; e, insieme, l’amore e la comprensione per quella terra. Compiuti i suoi studi in America, ritorn˛ in Cina ove rimase fino al 1932, scrivendo i suoi pi¨ celebri romanzi di vita cinese e insegnando letteratura all’UniversitÓ di Nanchino. Il primo grande successo della Buck fu La buona terra (1931), che le ottenne il Premio Pulitzer per il migliore romanzo dell’anno. Nel 1934, stabilitasi definitivamente in America, ottenne la "Howells Medal" e nel 1939 il Premio Nobel. Dopo il 1934 la Buck si interess˛ alla vita contemporanea e ai problemi dei popoli di colore di tutto il mondo. Nel 1942, tornando alla ribalta internazionale il problema cinese, la Buck, con Stirpe di drago e col seguente La promessa che vi si ricollega, riprese con rinnovata ispirazione i temi dei suoi primi romanzi.
Negli ultimi Anni della sua vita si ritira a Danby nel Vermont, dove scrive pochissimo e dove muore il 6 marzo 1973.

 

CENTRORIENTE - P. IVA 07908170017 - CF PSCMRA56R30H856T

Copyright Centroriente 1999-2014