tuttocina
Google Web www.tuttocina.it

 

INDICE>EDITORIA>LA CINA

LA CINA
Volume 1: Dalle guerre dell’oppio al conflitto franco-cinese - 1840-1885
Volume 2: Dalla guerra franco-cinese alla fondazione del Partito comunista cinese – 1885-1921


Autori Vol. I: Jean Chesneaux e Marianne Bastid
Vol. II: Marianne Bastid, Marie-Claire Bergère e Jean Chesneaux
Editore Einaudi, Torino
Collana Piccola Biblioteca Einaudi
Prima edizione 1974
Pagg. Vol. I: X + 336; Vol. II: X + 323
Traduzione di Vol. I: Settimio Caruso - Vol. II: David Mamo
Titolo originale Histoire de la Chine sous la direction de Jean Chesneaux
Vol.I: Des guerres de l’opium à la guerre franco-chinoise 1840/1885
Vol.II: De la guerre franco-chinoise à la fondation du parti communiste chinois. 1885/1921

L

Questa storia della Cina moderna diretta da Chesneaux non si segnala soltanto per il rigore critico, l’efficacia della sintesi e la ricchezza dell’informazione. Alcuni dei temi che affronta, come la nascita del capitale burocratico e il potere dei "signori della guerra", sono fenomeni che possono essere considerati d’attualità, poiché si ritrovano nei paesi a regime neocolonialista, di cui la Cina dell’800 è il primo esempio.

Nel primo volume, che va dal 1840 al 1885, l’anno in cui scoppia la guerra franco-cinese, gli autori studiano i rapporti fra le diverse forze (la politica imperiale, gli interventi stranieri, i moti popolari), mettendo in luce il ruolo ambivalente della classe dirigente e il suo atteggiamento davanti all’aggressione e dedicando particolare attenzione ai meccanismi giuridici ed economici che hanno presieduto alla nascita delle concessioni.
Il secondo volume va dalla guerra franco-cinese nel 1885 alla fondazione del PCC, nel 1921: esso comprende dunque la rivolta dei Boxers, la caduta della dinastia manciù, lo sviluppo del movimento del 4 maggio, che mette sotto accusa l’insieme della vecchia cultura. Il peso crescente dell’imperialismo e le spinte del movimento nazionale, la "modernizzazione" superficiale e la continuità del secolare antagonismo fra contadini e proprietari terrieri maturano le condizioni storiche che preparano la rivoluzione cinese del XX secolo e il successo del comunismo a partire dal 1949.

Jean Chesneax, nato nel 1922, ha compiuto numerosi viaggi di studio in Estremo Oriente, e dal 1955 è Directeur d’études alla Ecole Pratique del Hautes Etudes della Sorbona. Delle sue opere Einaudi ha tradotto Perché il Vietnam resiste (1968) e l'Asia orientale nell’età dell’imperialismo. Cina, Giappone, India e Sud-Est asiatico nei secoli XIX e XX (1969).

Marianne Bastid e Marie-Claire Bergère sono entrambe Chargée de recherche al CNRS.

 

CENTRORIENTE - P. IVA 07908170017 - CF PSCMRA56R30H856T

Copyright Centroriente 1999-2014